Home » Territorio » Valle d’Itria, Parco delle pianelle e le grotte

Valle d’Itria, Parco delle pianelle e le grotte

La Valle d’Itria con i suoi Trulli e le masserie

Cuore della Murgia, la Valle d’Itria abbraccia le cittadine di Locorotondo, Martina Franca, Alberobello, Cisternino e Ceglie. Si tratta di una conca carsica (a causa della natura calcarea delle rocce locali), sull’incantevole altopiano delle Murge sud-orientali, costellata dalle tipiche ed antiche costruzioni coniche, i famosi “trulli”, e da una grande varietà di muretti a secco che cingono piccoli vigneti, nonché da bianche fabbriche di alcune masserie, antiche lame e altrettante piccole valli sempre verdeggianti.

I trulli sono delle abitazioni, in origine utilizzati dalla popolazione contadina; si tratta di costruzioni interamente realizzate a secco, sul cui muro perimetrale, a pianta circolare o quadrangolare, si erge il cono.

Il Parco delle Pianelle e le grotte

Sviluppato su circa 1.200 ha, al centro dei territori di Martina Franca, Massafra e Crispiano, il bosco delle Pianelle è ad oggi un’area protetta della Regione Puglia, rappresentando un prezioso polmone verde del territorio, che si presenta molto vario, geomorfologicamente parlando, con diversi solchi erosivi riferibili al fenomeno lama e gravina.

La flora che caratterizza il parco è dominata dal leccio, a cui si lega nelle parti più elevate il fragno e la particolare lecceta d’alto fusto (tipico delle selve medievali), mentre il carpino orientale, il carpino nero e l’orniello, risiedono nelle più fresche e riparate depressioni.
Molto folto è il popolamento degli arbusti come il corbezzolo, il pero selvatico, l’alaterno, la calicotome, il biancospino, la fillerea e il cisto di Montpellier.

Il territorio martinese è, altresì, caratterizzato dalla presenza di numerose grotte.